'Nella Locanda del fascino e mistero'

Recensito il 17 dicembre 2012

 Sono andato ad Olbia per lavoro e la scelta dell'Albergo è stata plebiscitaria. Concordando nello stesso senso i consigli degli abitanti del posto, i suggerimenti degli amici e le recensioni dell'amato "Trip", ho prenotato la Locanda del Conte Mameli. Tra l'altro questo hotel era a pochi passi dal centro ed anche dalla sede del luogo in cui dovevo svolgere il mio lavoro. Al telefono e per mail tanta cortesia, nessuna formalità, nessuna caparra o penale (e la cosa non è mai troppo gradita!...).
Nessuna foto e nessun racconto possono rendere appieno l'atmosfera di questo magico albergo!
Una mano illuminata, che mi piace immaginare essere quella del Conte, ha ristrutturato da pochi anni l'hotel sfruttando le sue caratteristiche di partenza: edificio nel centro storico ma appartato, aristocratico ma non esclusivo, spazioso ma non immenso, discreto ma non freddo, su una stradina centrale poco trafficata...
Il Conte ha preferito non nascondere le grotte (sì, le grotte!) che percorrevano le zone sottostanti, dislocate lungo un antico acquedotto romano, e le ha trasformate in capienti e fascinosi spazi comuni. Non ha rinunciato alle antiche murature che proteggono l'abitazione e ha lasciato, parzialmente, i mattoni a vista non solo nel perimetro della dimora ma anche in ogni stanza. L'effetto è altamente suggestivo.
L'uso della pietra diviene magicamente teatrale grazie ad una sapiente illuminazione ed un garbato utilizzo degli spazi, sia quelli comuni che quelli interni alle camere. Qui il raffinato Conte ha reso uniche e tutte affascinanti le poche stanze dell'hotel, dagli alti soffitti, pavimentandole con uno splendido parquet, arredandole con nobile mobilia in legno scuro, ricerca maniacale del dettaglio e comodissimi e importanti letti rifugio.
Un appena percettibile profumo misterioso aleggiava nell'aria e la pulizia della camera era da 10 e lode. Ho adorato il confortevole e spazioso bagno, elegante e funzionale, anch'esso con parquet, con i suoi singoli elementi doverosamente distanziati (non smetterò mai di apprezzare questa rara caratteristica dei bagni!) e una doccia molto grande, pietra e vetro, con "spazio di fuga ed insaponamento" e poliedriche rubinetterie a dispensare generosi getti d'acqua.
Ho cercato il Conte nei silenziosissimi corridoi per chiedergli il nome di tutte le camere, apposto con una targa di ottone su ogni porta: la mia si chiamava Sissy... Ho cercato il Conte nella sala della colazione, per complimentarmi per la genuina varietà della stessa, per l'atmosfera rilassata e i tavoli ricercati in cui ho iniziato le giornate, mentre una gentile ragazza, osservando il mio "piatto salato". mi chiedeva se aspettare un po' per il cappuccino. Ho cercato il Conte nella reception per restituirgli il senso di serena rilassatezza che quell'ambiente mi contagiava.
Alla fine, pagando poco più di 50 euro a notte (!!!), non solo sono tornati i conti ma è apparso anche... il Conte. E si è svelato l'arcano. Una gentilissima titolare ha recepito i miei complimenti e mi ha dato la giusta didascalia di tutta quella magia. Suo marito sardo e lei valdostana, in un fascinoso connubio di tradizione, eleganza e stile.
Che dire di più? Che ho saputo provenire il misterioso profumo, e la medicamentosa atmosfera, dai Fiori di Bach, passione della titolare. Il silenzio che vi regna è dovuto alla insonorizzata posizione delle stanze ed all'esclusione delle famiglie con bambini (ma è un difetto?). Se proprio volete sostituire un prezioso libro con l'inseparabile Rete, Internet wi-fi è free anche in camera. Vicinissimo, infine, c'è il parcheggio dove lasciare e dimenticare l'auto.
Ultimo consiglio. Se venite in questo elitario hotel, vezzosamente e magistralmente chiamato Locanda, e vi alloggiate in un periodo dell'anno che lo consenta, mettete alla prova la gentilezza d'altri tempi dei titolari e chiedete di scegliere voi la stanza, previa visione delle altre. Ma forse è meglio di no, sarebbe un tormento doverne prenderne solo una!!
  • Ha soggiornato in Dicembre 2012, viaggiato per affari
Offerte

Estate 2014

Di passaggio o in vacanza, per l'estate 2014 un mare di vantaggi...

Dolce Inverno

Rigenerarsi .... semplicemente

Direct Booking -5%

Premiamo i nostri clienti diretti